Arien
Duos...
Opern
Kantaten
Komponisten
Switch to English

Duett: Che fai?..nulla

Komponist: Verdi Giuseppe

Oper: La traviata

Entschuldigung, aber wir haben noch keine separate Partitur für diesen Teil, aber Sie können die komplette Partitur dieser Oper herunterladen und manuell finden, wonach Sie suchen.

Klavierauszug

"La traviata" PDF 9Mb "La traviata" PDF 11Mb "La traviata" PDF 12Mb "La traviata" PDF 12Mb "La traviata" PDF 16Mb "La traviata" PDF 16Mb "La traviata" PDF 18Mb "La traviata" PDF 21Mb "La traviata" PDF 22Mb "La traviata" PDF 24Mb "La traviata" PDF 30Mb "La traviata" PDF 33Mb "La traviata" PDF 39Mb "La traviata" PDF 42Mb

Partituren für Orchester

"La traviata" PDF 6Mb "La traviata" PDF 9Mb "La traviata" PDF 17Mb "La traviata" PDF 33Mb "La traviata" PDF 75Mb

ALFREDO
entrando
Che fai?

VIOLETTA
nascondendo la lettera
Nulla.

ALFREDO
Scrivevi?

VIOLETTA
confusa
Sì... no.

ALFREDO
Qual turbamento!
a chi scrivevi?

VIOLETTA
A te.

ALFREDO
Dammi quel foglio.

VIOLETTA
No, per ora

ALFREDO
Mi perdona son io preoccupato.

VIOLETTA
alzandosi
Che fu?

ALFREDO
Giunse mio padre

VIOLETTA
Lo vedesti?

ALFREDO
Ah no: severo scritto mi lasciava
Però l'attendo, t'amerà in vederti.

VIOLETTA
molto agitata
Ch'ei qui non mi sorprenda
Lascia che m'allontani... tu lo calma
mal frenato il pianto
Ai piedi suoi mi getterò divisi
Ei più non ne vorrà sarem felici
Perché tu m'ami, Alfredo, non è vero?

ALFREDO
O, quanto...
Perché piangi?

VIOLETTA
Di lagrime avea d'uopo or son tranquilla
sforzandosi
Lo vedi? ti sorrido
Sarò là, tra quei fior presso a te sempre.
Amami, Alfredo, quant'io t'amo Addio.

Corre in giardino

ALFREDO
Ah, vive sol quel core all'amor mio!
Siede, prende a caso un libro, legge alquanto, quindi si alza guarda l'ora sull'orologio sovrapposto al camino
È tardi: ed oggi forse
Più non verrà mio padre.

GIUSEPPE
entrando frettoloso
La signora è partita
L'attendeva un calesse, e sulla via
Già corre di Parigi. Annina pure
Prima di lei spariva.

ALFREDO
Il so, ti calma.

GIUSEPPE
(Che vuol dir ciò?)

Parte

ALFREDO
Va forse d'ogni avere
Ad affrettar la perdita. Ma Annina
Lo impedirà.
Si vede il padre attraversare in lontananza il giardino
Qualcuno è nel giardino!
Chi è là?

per uscire

COMMISSIONARIO
alla porta
Il signor Germont?

ALFREDO
Son io.

COMMISSIONARIO
Una dama
Da un cocchio, per voi, di qua non lunge,
Mi diede questo scritto

Dà una lettera ad Alfredo, ne riceve qualche moneta e parte

ALFREDO
Di Violetta! Perché son io commosso!
A raggiungerla forse ella m'invita
o tremo! Oh ciel! Coraggio!
Apre e legge
"Alfredo, al giungervi di questo foglio"
come fulminato grida
Ah!
Volgendosi si trova a fronte del padre, nelle cui braccia si abbandona esclamando:
Padre mio!

GERMONT
Mio figlio!
Oh, quanto soffri! tergi, ah, tergi il pianto
Ritorna di tuo padre orgoglio e vanto

ALFREDO
Disperato, siede presso il tavolino col volto tra le mani